Camp-Cassin

La storia di C.A.M.P.  – Concezione Articoli Montagna Premana – comincia nel 1889 in una piccola officina di Premana, sulle montagne lecchesi, grazie ai lavori in ferro battuto di Nicola Codega. La bottega è poi passata al figlio Antonio, che divenne l’artefice delle famose piccozze realizzate per il corpo degli alpini. L’azienda si è quindi tramandata ed ancora oggi è condotta dalla famiglia Codega. Nel 1997 la CAMP acquisisce la CASSIN, l’azienda lecchese che sotto la guida del leggendario Riccardo Cassin produceva chiodi e materiale d’arrampicata che egli stesso utilizzava nelle sue spedizioni.

I chiodi CAMP sono realizzati seguendo disegni e linee ormai storiche e consolidate nel tempo.

Universali. La forma a cuneo appuntito dei chiodi universali li rende adatti a numerosi tipi di fessure. La testa, ruotata di 45°, crea una componente torsionale che incrementa la tenuta sia nelle fessure verticali sia in quelle orizzontali. Disponibili in due materiali: Hard e Soft. Il modello Hard, indicato per le rocce granitiche e più dure, utilizza acciaio al nichel-cromo-molibdeno. Il modello Soft invece usa acciaio al carbonio, più tenero di quello al cromo-molibdeno, si adatta facilmente nelle fessure senza danneggiare la roccia. Si tratta quindi dei chiodi ideali per il calcare e le rocce più fragili. Gli universali Camp offrono tre misure:  10, 12.5 e 15 cm con una lama rispettivamente da 6, 8.5 e 11 cm.

Lost Arrow. Chiodi dalle linee ormai storiche sono affusolati e dalla punta piatta, adatti sia alle fessure verticali sia a quelle orizzontali. Chiodi in acciaio al nichel-cromo-molibdeno prettamente da granito. Sono disponibili 8 misure, che variano sia per lunghezza che per spessore e larghezza. La lunghezza varia dagli 8.5 cm fino ai 15.5, con uno spessore da 5 a 10 mm. Dall’1 al 6 sono considerati da progressione, quindi da usare per l’arrampicata artificiale ed inadatti individualmente a sostenere un’eventuale caduta dall’alto. Il 7 e l’8 sono considerati da sicurezza, quindi idonei ad una protezione.

Anello fisso. Chiodi piatti da calcare con anello perpendicolare, sono l’equivalente da Calcare delle Lost Arrows. Anche in questo caso l’acciaio morbido è al carbonio, sufficientemente robusto ma in grado di adattarsi facilmente nelle fessure senza danneggiare la roccia. Sono disponibili quattro misure: 10, 12, 14 e 15.5 cm. I più lunghi, 14 e 15.5 cm, sono di sicurezza, sono quindi in grado di sostenere un’eventuale caduta. I più corti, 10 e 12 cm, sono invece da progressione.  Al momento quello da 10 cm è abbastanza “raro” ed manca alla nostra collezione.

KnifeBlade. Chiodi sottili a lama di coltello in grado di inserirsi nelle fessure più sottili. Grazie alla posizione dell’occhiello, permettono di sfruttare la leva e la torsione oltre al semplice attrito sulle pareti della fessura.  Sono dotati di due fori, uno sulla lama ed uno sull’occhiello perpendicolare, per agganciarvi il moschettone nel modo più opportuno e per ridurne il peso. Tre misure: 7, 9, 10 cm.

Corner. Chiodi angolari, anche detti a V, ideali per le fessure più larghe e svasate. La tenuta della maggior parte dei chiodi dipende dalla compressione del metallo e dalla torsione che si crea in caso di sollecitazione. La forma a “V” dei chiodi angolari, creando una tensione elastica (tanto maggiore quanto più le fessure sono strette rispetto ai chiodi), aggiunge un’ulteriore forza che si oppone all’estrazione.  Le “ali” della V in fase di inserimento devono quindi allargarsi e non stringersi. Sono realizzati in acciaio al nichel-cromo-molibdeno, quindi “duri”, ed offrono 4 misure: 105, 110, 140 e 145 cm.